Datasys Magazine | Informatica e tessile. Sguardi dall'India
Informatica e tessile. Sguardi dall'India. Intervista a Srinivas Tadigadapa.
tecnologia, era, tessile
3391
post-template-default,single,single-post,postid-3391,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode_popup_menu_push_text_top,vss_responsive_adv,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Informatica e tessile. Sguardi dall’India

Intervista a Srinivas Tadigadapa

A cura di Luigi Torriani e Costanza Pol

SRINIVAS TADIGADAPA – Oggi Country Manager di Mirantis per la Mumbai Area, Srinivas Tadigadapa è stato – negli anni Novanta – il primo rappresentante (con TISL) a vendere alle industrie tessili indiane le soluzioni gestionali ERP della Datatex, oggi vendute attraverso la filiale Datatex di Bangalore.

Lei è stato il primo rappresentante della Datatex in India. Com’è riuscito ai tempi (anni Novanta) a promuovere e a vendere il nostro gestionale ERP in un mercato nuovo e non facile? Attraverso quali strategie?

La Datatex è stata all’epoca una delle prime aziende ad entrare nel mercato ERP dell’India, proponendo le prime importanti soluzioni che hanno avviato e poi consolidato la digitalizzazione dell’industria tessile indiana. L’informatica nel tessile dell’India era agli albori e siamo penetrati rapidamente e con successo nel mercato; a sei mesi dal lancio avevamo già diversi clienti. Facevamo campagne mirate per l’industria tessile, email marketing one-to-one e attività pubblicitarie tradizionali, con un approccio top-down. Offrivamo alle grandi aziende tessili la soluzione ERP della Datatex integrata con l’area finanziaria (allora c’era il modulo BPCS), e avevamo una gamma completa di offerte per l’informatizzazione delle aziende, dall’implementazione ai servizi fino alla parte hardware.

 

Come sono cambiati economia e business in India da quando ha iniziato a lavorare con TISL fino ai nostri giorni? Com’era il mercato allora e com’è oggi?

C’è stata una profonda trasformazione nell’economia dell’India negli ultimi vent’anni, e la digitalizzazione – la transizione al digitale – è l’aspetto principale di questa evoluzione: l’industria indiana ha adottato nel tempo il digitale in tutti gli ambiti del business e in tutti i settori. In questo processo il ruolo della Datatex – nell’ambito del settore tessile – è importante. I clienti che avevano scelto ai tempi le soluzioni informatiche della Datatex sono rimasti negli anni fedeli e lo sono ancora oggi, inclusi alcuni grandi gruppi come Bhilwara e Vardman Textiles, e questo dimostra che le soluzioni targate Datatex sono state in grado di evolversi nel tempo sia a livello tecnologico che nelle funzionalità. Inoltre molti clienti che all’epoca erano cauti e indecisi, e che non siamo stati in grado inizialmente di convincere, anni dopo si sono decisi e hanno implementato le soluzioni Datatex, che si sono dimostrate superiori – per le aziende tessili – rispetto alle soluzioni ERP generiche dei grandi gruppi internazionali.

Il caso della Datatex è un esempio eccellente di economia di scala sul mercato indiano, e costituisce un modello per tutte le multinazionali estere che vogliono investire in India.

 

Quali sono le potenzialità ancora inespresse e quali potrebbero essere le opportunità future nel mondo del tessile indiano? Come cambierà secondo lei il mercato nei prossimi anni?

Quello dell’industria tessile è in India – dopo l’agricoltura – il settore che ha avuto il maggior impatto in termini occupazionali e di business, e ha generato un enorme numero di nuovi posti di lavoro sia per lavoratori specializzati sia per per lavoratori privi di formazione. Oggi il tessile indiano contribuisce per il 7% alla produzione industriale in termini di valore, incide per il 2% sul PIL e per il 15% sui guadagni da esportazione. In questo processo di crescita – come detto – va sottolineato il contributo della Datatex, che è passato spesso inosservato, al miglioramento decisivo della competitività di una delle prime aree dello sviluppo industriale dell’India.

Per quanto riguarda le potenzialità e le opportunità ancora aperte: ho detto in precedenza che l’industria tessile indiana è oggi largamente digitalizzata, ma l’India è un Paese enorme e in forte crescita industriale e ci sono ancora migliaia di stabilimenti tessili che devono essere digitalizzati, e altri nuovi stabilimenti vengono avviati ogni anno. C’è quindi per la Datatex ancora oggi un immenso potenziale di crescita in India, anche perché il mercato indiano cerca forme sempre più evolute ed estese di digitalizzazione, e le aziende chiederanno sempre di più sistemi integrati in grado di connettere l’intera Supply-Chain, favorendo lo sviluppo di economie di scala e la riduzione del Time-to-Market.



Accetta la nostra privacy policy prima di inviare il tuo messaggio. I tuoi dati verranno utilizzati solo per contattarti in merito alla richieste da te effettuate. Più informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close