Datasys Magazine | Medicina del lavoro. Soluzioni informatiche
Medicina del lavoro. Soluzioni informatiche - Intervista al Dott. Ilan Schwarz (Responsabile Medicina del Lavoro e coordinatore informatico presso Casa di Cura Igea Spa)
medicina, tecnologia
3176
post-template-default,single,single-post,postid-3176,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode_popup_menu_push_text_top,vss_responsive_adv,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
MEDICINA DEL LAVORO. SOLUZIONI INFORMATICHE

Medicina del lavoro. Soluzioni informatiche

Intervista al  Dott. Ilan Schwarz, Responsabile Medicina del Lavoro e coordinatore informatico presso Casa di Cura Igea Spa

A cura di Luigi Torriani

CASA DI CURA IGEA SPA Importante struttura sanitaria milanese privata e convenzionata con il Servizio Sanitario Nazionale, fondata nel 1926; dal 1978 ha al suo interno la sezione di Medicina del Lavoro per la quale ha realizzato – in partnership con Datasys Network – un pacchetto informatico completo (il software Ideamdl) in grado di gestire tutte le problematiche di medicina del lavoro delle aziende.

Nelle economie avanzate c’è un’attenzione crescente per i temi della prevenzione, del benessere, della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, ma in molte aziende il tema della medicina del lavoro viene ancora oggi sottovalutato. Quanto è importante per le aziende muoversi adeguatamente su questo fronte e quali sono in proposito le normative in Italia?

Il ruolo principale della medicina del lavoro è la prevenzione; il costo sociale delle malattie professionali deve essere ridotto e il benessere dei lavoratori va tutelato al meglio, e a maggior ragione oggi, considerando il progressivo invecchiamento della popolazione lavorativa. Dal 2008, con il D.Lgs.81/08 (testo unico sulla salute e sicurezza del lavoro), il compito della medicina del lavoro non è più unicamente quello di effettuare visite e accertamenti ma anche quello, attraverso la figura del Medico Competente, di svolgere attività di consulenza all’interno delle aziende e di collaborare alla realizzazione di programmi di promozione della salute, programmi che oggi sono parte integrante del welfare aziendale. L’obiettivo della medicina del lavoro – in estrema sintesi – è duplice: tutela della salute e del benessere dei lavoratori e tutela legale del datore di lavoro. Senza dimenticare un punto a mio avviso fondamentale, e che alcuni imprenditori trascurano: quando parliamo di salute dei lavoratori non facciamo mai un discorso puramente formale relativo al rispetto di norme e leggi. Il business stesso di un’azienda è legato in modo indissolubile alle condizioni di chi in quell’azienda lavora, e il benessere psicofisico del lavoratore influisce notevolmente sulla produttività.

 

Quali sono le caratteristiche della sezione di Medicina del Lavoro di Casa di Cura Igea? Quali sono le qualità e le competenze del vostro team?

La sezione di medicina del lavoro di Casa di Cura Igea è nata nel 1978, dunque sedici anni prima del D.Lgs.626, che è del 1994. Possiamo dunque definirci dei veri e propri pionieri della Medicina del Lavoro in Italia. La nostra lunga esperienza ci ha portati spesso ad anticipare le esigenze del settore (già nel 2007 usavamo cartelle sanitarie elettroniche), e oggi offriamo un servizio ad elevata informatizzazione. Lo sviluppo della sezione di medicina del lavoro di Casa di Cura Igea è stato inoltre accompagnato negli anni da una grande e costante attenzione al mantenimento della qualità dei servizi, con il conseguimento della certificazione ISO 9001:2008 prima e ISO 9001:2015 oggi. Abbiamo un Ufficio Tecnico Commerciale e un Ufficio Amministrazione Clienti, di grande esperienza e con le competenze necessarie per perseguire l’obiettivo di fondere l’aspetto di tutela della salute con quello di tutela della sicurezza, istanze che purtroppo viaggiano spesso su binari paralleli, mentre dovrebbero incontrarsi e collaborare costantemente. Siamo quindi perfettamente in grado – e questo è un punto importante che voglio sottolineare – di assistere al meglio le aziende non solo dal punto di vista degli aspetti sanitari e legati alla salute e al benessere ma anche per gli aspetti legati alla sicurezza e all’ambiente.

 

Dalla sinergia tra le profonde conoscenze in ambito sanitario di Casa di Cura Igea e l’esperienza di Datasys Network nel mondo dell’informatica, nasce un pacchetto completo per la gestione della medicina del lavoro. Quali sono le caratteristiche di Ideamdl, il software di medicina del lavoro targato Datasys Network & Casa di Cura Igea, e quali sono i punti di forza rispetto alle soluzioni concorrenti?

Ho iniziato a occuparmi dell’area medicina del lavoro nel 2003, e ho capito subito che la priorità era lavorare sul fronte dell’informatizzazione. Gestire la medicina del lavoro in forma prevalentemente cartacea e tradizionale, mantenendo al tempo stesso gli alti standard di qualità e di sicurezza che ci contraddistinguono, era molto complesso e molto oneroso sotto tutti i punti di vista. A quel punto abbiamo fatto un’indagine di mercato e abbiamo trovato diversi software esistenti, ma nessuno che fosse completo e che andasse a risolvere a 360 gradi le criticità che avevo individuato. Nascono così il progetto di creare un nuovo prodotto e l’individuazione del partner migliore per lo sviluppo nella Datasys Network, azienda di informatica di grande esperienza. Ideamdl – così si chiama il software sviluppato da Casa di Cura Igea e Datasys Network – è un prodotto unico nel suo genere, che è in grado di gestire: convocazione, prenotazione ed esecuzione degli esami, firma e conservazione sostitutiva, consegna ai dipendenti e all’azienda, fatturazione e gestione compensi, gestione dei solleciti pagamenti. Che io sappia non esiste sul mercato – ancora oggi – un altro software in grado di coprire tutte queste esigenze. Ideamdl è operativo in Casa di Cura Igea a partire dal gennaio del 2007, è stato continuamente migliorato e arricchito negli anni e ancora oggi stiamo lavorando per far crescere il prodotto, aggiungendo nuove funzioni che non sono solo per la medicina del lavoro in senso stretto ma anche per la clinica. Ideamdl è un software in commercio, venduto da Datasys Network, e per far capire qual è il livello qualitativo del prodotto credo possano bastare alcuni dati: in dieci anni – utilizzando Ideamdl in Casa di Cura Igea – abbiamo quadruplicato i clienti tenendo al tempo stesso l’organico invariato, azzerando gli straordinari e riducendo drasticamente i tempi di consegna. I documenti sull’idoneità oggi vengono trasmessi immediatamente al cliente, subito dopo la firma del medico, prima venivano spediti e le tempistiche si dilatavano enormemente.

 

Casa di Cura Igea è un’eccellenza della sanità lombarda. Quali sono le prestazioni e i servizi che offrite? Quando nasce la Casa di Cura Igea e quali sono i passaggi più importanti della vostra storia? Quali sono – dal punto di vista della ricerca e delle tecnologie – gli elementi di evoluzione più significativi degli ultimi anni?

Casa di Cura Igea è un ospedale privato ad elevata complessità fondato a Milano nel 1926 nella sede storica di via Marcona n. 69, dove si trova ancora oggi. Sono tanti i passaggi e i momenti importanti della nostra storia, e sarebbe impossibile in questa sede ricordarli tutti. Mi limito ad alcuni punti a mio avviso particolarmente significativi: nel 1978 inauguriamo il servizio di Medicina del Lavoro; nel 1979 otteniamo la convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale; nel 1985 installiamo la prima TAC; nel 1993 installiamo la prima Risonanza Magnetica; nel 2002 apriamo il nuovo Poliambulatorio con T.C. Spirale multistrato; nel 2005 arrivano P.E.T./T.C. e il Day Surgery; nel 2007 viene inaugurata la nuova sede dedicata alla sezione di Medicina del Lavoro in via Marcona al n. 44 (dove si trova tuttora) e inizia l’operatività del software Ideamdl di gestione del servizio; il 2008 è per noi l’anno della prima Risonanza Magnetica aperta ad alto campo in Lombardia; nel 2009 portiamo a termine la prima installazione in Italia della TAC più veloce del mondo con la dose più bassa di radiazioni (SDF), con la quale si eseguono studi sulle coronarie e su tutti gli organi; nel 2010 installiamo altre due nuove Risonanze Magnetiche ad alto campo di ultima generazione.

Infine – negli ultimi anni – i momenti più importanti sono certamente: l’inserimento presso l’Unità Operativa di Medicina Nucleare (prima installazione in Italia) del tomografo PET/TC Biograph, con “tempo di volo” e con altre caratteristiche specifiche che lo rendono fra le migliori PET/TC attualmente esistenti sul mercato; l’implementazione (dal 2018) del servizio di cardio R.M. per valutare il cuore nelle sue funzioni dinamiche; la sostituzione (ad agosto 2018) delle 2 R.M. con altre 2 attrezzature ad alto campo “aperte”, con software di esecuzione estremamente sofisticato che permette di eseguire l’esame di ogni organo in pochi minuti. 

 

È diffusa la percezione di un quadro di forte squilibrio in ambito sanitario tra le diverse regioni italiane, e in particolare tra il Nord e il Sud Italia, con differenze molto marcate in termini qualitativi tra le regioni settentrionali e quelle meridionali. È a suo avviso una percezione corretta o è qualcosa che viene eccessivamente enfatizzato? Che cosa può offrire Casa di Cura Igea – in termini di consulenza e di soluzioni – alle aziende e alle strutture sanitarie che si trovano ad operare nel Centro e Sud Italia e vogliono migliorare in termini di prestazioni e di qualità dei servizi?

Alcune regioni italiane sono effettivamente prive di strutture e/o di attrezzature all’avanguardia in ambito sanitario. Questo è il motivo per cui molti pazienti, non residenti in Lombardia e provenienti da tutta Italia, si rivolgono a Casa di Cura Igea. Anche dal punto di vista della sezione di Medicina del Lavoro i clienti che assistiamo sono distribuiti su tutto il territorio nazionale, e a tutti siamo in grado di garantire uno standard di assistenza elevato proprio grazie all’impiego del software Ideamdl. È chiaro che oggi una struttura sanitaria – se vuole essere efficiente – non può prescindere da investimenti importanti nell’informatica e nelle nuove tecnologie.



Accetta la nostra privacy policy prima di inviare il tuo messaggio. I tuoi dati verranno utilizzati solo per contattarti in merito alla richieste da te effettuate. Più informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close